E' guidando una bici che puoi conoscere meglio i contorni di un luogo,poichè sudi sulle salite e le discendi a ruota libera.
In tal modo ricorderai come sono veramente,mentre con un automobile solo un'elevata altura t'impressionerà e non avrai l'accurato ricordo del territorio che hai attraversato come quello ottenuto guidando con la bicicletta.

Ernest Hemingway

domenica 27 novembre 2011

La fissa

Eccola è finita e già testata.
Come banco di prova sono andato fino a Giara e per essere la prima volta che uso una fissa mi sono trovato a meraviglia.
Come detto in un precedente post è una fissa con ruota libera, da qui la dicitura fissa ma non troppo.
Sono riuscito a contattare il primo proprietario da cui ne deriva che,non è una Tommasini ma una Gitane.
Ho effettuato alcune modifiche,tra cui:
il movimento centrale da 130mm è passato a 107mm,la guarnitura è rimasta invariata,una Miche con la corona interna da 42 che passa all'esterno e la 53 viene eliminata,curva manubrio da pista accorciata di 38mm con pipa Ritchey da 120mm,comandi freno Cane Creek 200tt e freni Campagnolo  Veloce skeleton.Le ruote le stesse Miche con cerchi Record e ruota libera da 18 denti,reggisella Campagnolo Record da 27mm con sella personalizzata ed infine pedali Crank Brothers.

Come ho detto mi sono trovato a meraviglia,l'unica novità è la cadenza elevata al rientro essendo abituato ad avere la cambiata pronta all'occorenza,ma ci farò l'abitudine anche a questo. 

venerdì 25 novembre 2011

Pezzi mancanti

Finalmente dopo qualche giorno di attesa sono arrivati i pezzi mancanti per poter ultimare la "fissa".
Non tutti sono destinati a lei,anzi solo le leve freno ,i pedali vanno montati sulla rossa come i freni e di conseguenza i "vecchi"pezzi li riporto alla fissa.

Ho optato per le leve freno Cane Creek strada 200TT mentre per i pedali,su tutte le biciclette monto pedali  Crank Brothers, sia su mtb che da corsa usando un solo paio di scarpe ,naturalmente da mtb,che  ti permettono,dovesse capitare,di poter camminare senza pericolo di scivolare.

Cane Creek strada 200TT
Crank Brothers candy2 limited edition










Ora l'unica cosa da fare è montare il tutto.

lunedì 21 novembre 2011

Stelvio con fissa

Girovagando nella rete,mi ha colpito questo video.
Complimenti al ciclista ,nel mio piccolo un fenomeno.



SEABASE vs STELVIO from YUHZIMI Ltd. on Vimeo.

sabato 19 novembre 2011

Fissa .....ma non troppo

Lo scorso anno mi era balenata l'idea di fare di una vecchia bicicletta che usavo raramente sui rulli di trasformarla in una fixed ma non con scatto fisso ma con ruota libera.
Ora è venuto il momento.
Iniziamo da una bicicletta,regalatami due anni fa, marchiata Tommasini che è stata riverniciata da non so chi, a cui sono stati attaccati adesivi Scott,gruppo Miche 6 velocità,freni Modolo 
Grazie,per modo di dire ,al brutto tempo che non ti permette di uscire inizio con il smontarla e per arrivare al nudo del telaio uso uno sverniciante chimico.
Lascio agire per 45 minuti circa, con spatola e spazzola di ferro la vernice viene via che è in piacere ma il procedimento richiede più passate. Tirato via il grosso iniziamo con la carta vetra,prima con una grana 150,per poi passare alla 500 ed infine con con una 1000,una faticaccia.Una volta lavato e sgrassato il telaio ,stendo la prima mano di aggrappante anticorrosivo a cui segue una seconda.






Ora sono soddisfatto ,due mani di trasparente ed il telaio è finito
Essendo le uniche a disposizione,incollo le decals Colnago,avrei voluto metterle sotto trasparente ma per rispetto,non essendo una Colnago le incollo in modo che si possano togliere velocemente.


Inizio a rimontarla con alcuni pezzi di rimanenza,
Serie sterzo Shimano 600,una vecchia pipa Ritchey abbinata ad una curva manubrio da pista nuova,
per la pedivella,anch'essa verniciata ho tolto la corona del 53 e al suo posto ho messo la 42 che era all'interno ed infine tolta la cassetta da 6 velocità e messa una da 18 metto una catena ROSSA.
Come nei film ...................segue.

martedì 8 novembre 2011

I love my bike

Quale canzone e artista non fù più indicato per una buona pubblicità del mezzo




Devo ringraziare i miei figli Patrick e Karin che mi hanno "passato"il video