E' guidando una bici che puoi conoscere meglio i contorni di un luogo,poichè sudi sulle salite e le discendi a ruota libera.
In tal modo ricorderai come sono veramente,mentre con un automobile solo un'elevata altura t'impressionerà e non avrai l'accurato ricordo del territorio che hai attraversato come quello ottenuto guidando con la bicicletta.

Ernest Hemingway

domenica 26 gennaio 2014

Sfide Strava e bike



Prove It - Ride

Stefano Orlando . has ridden 600 kilometers.
Prove It - Ride



Gran Fondo 1

Stefano Orlando . completed the Challenge
Gran Fondo 1

DARK Bike Scapin Pro Racer 

ELETTRA Colnago CLX3.0



# Prova It-8

Come avevo detto ieri le temperature oggi le davano più basse ,e così è stato.
Con un piccolo giro di una cinquantina di chilometri in tutto relax,ho portato a termine anche questa prova.
All'inizio ero molto scettico,io che facevo 600 chilometri  e 130 in un solo giorno a gennaio non si era mai visto da quando vado in bicicletta.Si dice che con l'età si mette giudizio,ma dove sta scritto.Mi sono messo in gioco grazie alla conoscenza di Rapha prima e Strava poi.Io che non mi sarei mai mosso con l'acqua se non che  avessi preso un temporale estivo,sono partito per il Giarolo con 3 gradi e pioggia continua,io che sono arrivato a Pareto con 0,6 gradi e tutto questo solo per una sfida senza nessun premio in ballo e senza dover dimostrare niente a nessuno se non a me stesso.
PS un ringraziamento molto particolare alla mia fantastica dolce metà

sabato 25 gennaio 2014

# Prova It-7

Con il chilometraggio fatto mercoledi posso finalmente dire che ormai sono al capolinea.
Con le previsioni metereologiche dalla mia parte,e i pochi chilometri che mi separano dall'ambito traguardo.riesco a suddividere le due giornate che ho ancora a disposizione.
La previsione è di fare almeno una settantina di chilometri oggi e poi domani fare un trionfale arrivo in totale relax,anche perchè domani danno temperature più basse,ed allora approfittiamone oggi.
Cambiamo strada si va per Fortunago,e cercando di stare sempre nelle strade secondarie queste sono le sorprese,strada per più di metà franata appena prima del bivio per Rocca Susella.Vedendo  questo e a come era lo scorso anno la strada in zona,la salita a Fortunago era chiusa al traffico,ho pensato al peggio ma per fortuna sbagliavo.
Giornata stupenda,calda priva di traffico e cosa chiedere di più.All''arrivo a casa i chilometri sono quelli prefissati e la testa è già a domani pregustando l'ambito secondo traguardo mensile delle sfide Strava.

mercoledì 22 gennaio 2014

# Prova It-6 Gran Fondo

Siamo arrivati a mercoledi,oggi giornata libera il tempo è favoloso e perchè non provare a conseguire almeno una delle due sfide prefissate.
L'inizio è quello di lunedi con arrivo a Dernice,e fin qui ci siamo poi però proseguiamo in Val Borbera,arrivando fino ad Arquata che evito per poter evitare anche il caotico centro di Serravalle.Passaggio all'esterno di Novi Ligure con direzione Alessandria che evito anche questa con passaggio prima per Frugarolo e poi Spinetta-Castelceriolo per arrivare a casa via Sale e Casi Gerola.
I chilometri sono di poco oltre i 130,quelli che bastano per conseguire la sfida Gran Fondo ed incrementare in modo notevole la Prova-It
Devo confessare che gli ultimi 10 chilometri sono stati un calvario con le gambe che se ne andavano per conto loro,stanchissimo ma enormemente soddisfatto

martedì 21 gennaio 2014

# Prova It-5

Siamo a martedi,sempre nell'ombra del tranquillo e portandoci avanti con i chilometri.
Con la scusa di cambiare zona ,mi sposto nell'oltrepo e nel giro di oggi si nota cosa può fare la natura,Dopo Salice,nella parallela alla statale due frane,una piccola appena prima di Biagasco,diciamo pure insignificante,anche perchè se non me l'avessero fatta notare non me ne sarei accorto, la seconda,da Biagasco al bivio per Cecima è abbastanza grossa,nulla a che vedere però con quella della statale che ha obbligato la chiusura di essa e che sono riuscito a vedere tramite il consenso al passaggio di un operatore dell'anas che conoscevo da lunga data.

lunedì 20 gennaio 2014

# Prova It-4

Questa settimana per problemi personali,che sinceramente ne avrei fatto a meno, sono dovuto stare a casa in ferie,cosi tra un problema e l'altro sono anche riuscito a ritagliarmi qualche ora per qualche uscita in bici,anche perchè la prossima settimana a parte il maltempo previsto,sono sicuro di non riuscire a sfiorare ne la Dark ne Elettra.
Comunque iniziamo da lunedi un giro tranquillo fino a Dernice il tempo non è dei migliori,ma non si può pretendere tanto.

sabato 11 gennaio 2014

# Prove It-3




Fino a giovedi' le previsioni meteo davano un sabato nuvoloso tendente allo schiarimento,alla sera le previsioni davano leggera pioggia tutto il giorno,che meraviglia.
Ore 6 suona la sveglia,la prima cosa da fare e vedere se piove,no la strada è asciutta,bene si parte.
Arrivato al chilometro 4 inizia a piovere,tornare indietro,no non se ne parla, anzi si prosegue con più convinzione di prima.Alla Barca si svolta a sinistra per la parallela alla statale,la preferisco,fino ad arrivare a Brignano.A San Sebastiano proseguo a sinistra fino ad arrivare ai piedi dei tornanti che vanno a Caldirola,ha anche smesso di piovere ed allora si sale,mi aspetta la parte più difficile,la salita. Morigliassi a destra per il Giarolo,purtroppo riprende a piovere ma continuo,voglio arrivare nonostante tutto.Devo dire che partire con la pioggia non è niente male,ho preso acqua,neve tempesta,ma sempre nel bel mezzo delle uscite,l'unico inconveniente che ho avuto sono stati i guanti.Ottimi guanti invernali della Chiba,modello Winter gel,per nulla impermeabili,ma ne ero a conoscenza, infatti per la pioggia ho dei Sealskinz Glove(ottimi)che non ho messo per pigrizia,erano nella moto di mio figlio.Procedo senza fare pause,Gregassi,Serbaro e finalmente Giarolo,mi piacerebbe proseguire per la Val Borbera,le gambe tengono bene,è la paura di aver freddo in discesa che mi frena,ed allora svolto a destra per il rientro a San Sebastiano via Montacuto.La scelta è azzeccata,la strada molto bagnata , la paura di scivolare, ed il freddo mi fanno frenare molto.
Avevo letto tempo fa,se non erro in un blog, non ne sono sicuro,ma mi è rimasto ben impresso che con una temperatura che oscilla dai -1 a +1 la temperatura percepita dal ciclista è superiore ai -10 gradi,non ricordo se era specificato con tempo asciutto o meno.
Ripercorro i paesi che avevo percorso all'andata,con la differenza che ora devo guardare dove mettere le ruote,mentre la testa pensa a quella doccia calda che mi aspetta all'arrivo.


Temperatura reale 3 gradi

   

lunedì 6 gennaio 2014

# Prove It-2

Dopo due giorni di pioggia incessante,oggi come da previsione una bella giornata di sole.
Mi piacerebbe fare ancora un po di salita leggera come l'ultima volta ma se non esageriamo è meglio,per le salite c'è tempo,ed allora optiamo per la consolidata lomellina.
Devo dire che ho scoperto paesini o frazioni che anche se non distanti da casa mia non sapevo esistessero,oggi è la volta di Porana dove all 'entrata vige in bella mostra il cartello di borgo più bello d'Italia.
Piano piano estendiamo oltre alla conoscenza di nuovi luoghi ,anche se di poco il chilometraggio,il percorso oltre alla novità iniziale va a riprendere quello che può essere catalogato come un "classico"di inizio anno,quello che in effetti è.
Un ringraziamento alla Befana per il bel tempo concesso.

venerdì 3 gennaio 2014

# Prove It-1

Innanzi tutto Buon Anno,come ben sapete non ho portato a termine la Festive 500 ma era scontato,ma nel frattempo ho scoperto il mondo(se cosi si può dire) di Strava.
Nel sito ho notato le innumerevoli "sfide" che con un po' di testa e voglia si possono affrontare,ed infatti mi sono iscritto a due di queste.






La prima ,Prove It consiste nel svolgere nel periodo che va dal 01 al 31 gennaio 600 o più chilometri.
La seconda,Gran Fondo,consiste nel percorrere nell'arco delle 24 ore,sempre nel periodo dal 01 al 31 Gennaio,130 chilometri.



 Tempo permettendo penso che entrambi siano alla mia portata.
Oggi ho iniziato con un giro di 74 chilometri,che mi ha portato ad affrontare la salita,seppur di modesta pendenza,della Forcella di Pareto.Il tempo,quello atmosferico,non era dei migliori,non che pretenda tanto d'altronde siamo a Gennaio in pieno inverno,e ieri in previsione ,ho avuto la brillante idea di rimontare i parafanghi.Arrivato a San Sebastiano inizia a scendere qualcosa ,ma nulla di preoccupante ,infatti a Gremiasco era già un ricordo,una cosa che non dimentico è la temperatura fredda e costante,il garmin segna 0,6 gradi e mi accompagna insieme alla foschia di una nuvola bassa,fino a Varzi.Il rientro tutto sulla statale è su asfalto tutto bagnato,una banalità a confronto della voglia di pedalere.

La sfida è aperta.